L'Opaca Gemma delle Sabbie

Le Notti degli Incubi - 1/4

Inchinatevi all’Immenso Azir!!!!

Nella prima sessione c’è stata un’introduzione alla partita e ai personaggi. Veniamo a conoscenza di Azir eMilo, che stanno amichevolmente chiaccherando mentre passeggiano per strada, verso un non meglio precisato “leggendario venditore di datteri giù al porto”

La loro attenzione viene catturata da un assieparsi di gente in una piazzetta laterale. Un artista di strada (Farid) sta intrattenendo la gente con uno spettacolo magico, dopo aver accuratamente creato un palcoscenico adatto. Nel mentre, più lontano, Ahkar Al-Nazesh sta terminando una consegna per un mercante… solo per scoprire l’amara beffa: un gruppo di briganti dalle brutte facce lo stavano aspettando, sicuramente arruolati dalla setta. Parte una fuga precipitosa tra le viuzze di Ardashir, che termina rovinosamente addosso al povero Farid, scatendando lo stupore e la confusione dei presenti.

Di lì a poco un carico di banditi irrompe nella piazzetta, scacciando la gente in malo modo e dirigendosi verso Ahkar. Farid e Azir riconoscono il loro amico in pericolo e intervengono, aiutati da Milo. Dopo una piccola scena tra accoltellate, intimidazioni e trucchi magici, Azir impanica e decide di invocare il potere del Djin per trasformare l’intera piazza in sabbie mobili. Lo scontro finisce abbastanza presto, mentre con grande fatica i nostri eroi escono dal macello. Si allontanano velocemente prima dell’arrivo delle guardie, in direzione del venditore di datteri.

Arrivati, scoprono che in realtà il negozio è di altro tipo: un uomo, che si fà chiamare il Maestro dei Sogni o l’Oneiromante, ha aperto un’attività ricercata da nobili e meno nobili della città. Un gran numero di amuleti, orpelli e strani oggetti riempiono gli scaffali, tutti dedicati al ripulire o popolare i sonni degli utilizzatori.

Comments

Lareon Lareon

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.